I Cenacoli Fiorentini

I Cenacoli fiorentini, L'ultima cena: un rito artistico nelle sale da pranzo dei conventi., I più grandi cenacoli fiorentini


Un interessante percorso, all'insegna della spiritualità, e' rappresentato dalla visita dei Cenacoli ( quadri che ritraggono la scena dell'Ultima Cena). Questo tema venne incluso per tutto il Trecento nei grandiosi cicli di affreschi che illustravano la Vita e la Passione di Cristo. Nel corso del Quattrocento, con l'affermarsi della prospettiva, la Cena finì per essere rappresentata come scena autonoma.

Basti pensare alla monumentale Ultima Cena di Andrea Del Castagno a Sant’Apollonia; essa è caratterizzata da una luminosità michelangiolesca ed una penetrazione psicologica che rende le figure piene di grandezza, maestà e grazia infinita.


L'Ultima Cena: un rituale artistico nella "mensa" conventuale.

"Quando fu sera Gesù si pose a mensa con i dodici discepoli. Mentre mangiavano disse loro: 'Vi dico in verità: uno di voi mi tradirà'. Profondamente addolorati cominciarono a chiedergli uno dopo l'altro: "Sono io forse, Signore?".

Colui che mi Tradirà - riprese Gesù - ha intinto con me la mano nel piatto. Certo, il Figlio dell'Uomo se ne va, come sta scritto di lui; ma guai a colui che lo tradisce! Sarebbe stato meglio per quell'uomo che non fosse mai nato". (Matteo, XXVI, 21-24).

Appena Cristo ha rivelato la tragica verità, tutti gli apostoli si domandano con concitazione chi sia fra loro il traditore. L'Ultima Cena con il suo drammatico "clima" precede l'Istituzione dell'Eucaristia e il Sacrificio della Croce. Tale momento religioso apparve singolarmente adatto a decorare i grandi refettori conventuali, specialmente a Firenze.


I maggiori Cenacoli fiorentini

Cenacolo di San Salvi. Andrea del Sarto, capolavoro spettacolare, considerato uno dei più bei dipinti dell'universo (1519 - 1527). Firenze, Cenacolo di Andrea del Sarto, via San Salvi, 16.

Cenacolo di S. Croce. L'Ultima Cena di Taddeo Gaddi (1340 ca.) Firenze, Museo dell'Opera di S.Croce, grande sala del_l'ex-refettorio trecentesco.

Cenacolo di Santo Spirito. Frammento dell'Ultima Cena di Andrea Orcagna (1370 ca.), Firenze, ex-refettorio di S.

Spirito, Fondazione Romano.

Cenacolo di Santa Apollonia. L'Ultima Cena (ante 1450), capolavoro ad affresco di Andrea Del Castagno. Firenze, Museo del Cenacolo di Sant'Apollonia, Via XXVII Aprile, 1, sala dell'ex-refettorio del convento di S. Apollonia.

Cenacolo della Badia di Passignano. Domenico Ghirlandaio (1476), refettorio del monastero.

Tavarnelle Val di Pesa, Badia di Passignano.

Cenacolo di Ognissanti. Convento di Ognissanti, Domenico Ghirlandaio (1480) Firenze, Cenacolo del Ghirlandaio, Borgognissanti, 42.

Cenacolo di San Marco. Domenico Ghirlandaio (1482 ca.), refettorio piccolo del convento domenicano di San Marco. Firenze, Museo di San Marco, piazza San Marco, 1.

Cenacolo di Foligno. Perugino (1495 ca.) Firenze, Conservatorio di Foligno, via Faenza, 42.

Cenacolo della Calza. Franciabigio (1514) Firenze, Convento della Calza, Piazza della Calza, 6.