Galleria d'Arte Moderna

Galleria di Arte Moderna, Museo della Moda e del Costume, Le Collezioni
  • Musei Nazionali
  • A pagamento
  • Accessibile
  • Servizio prenotazione

  • Firenze Card

La Galleria

ImageLa Galleria d'Arte Moderna si trova all'ultimo piano di Palazzo Pitti, da cui è possibile ammirare il meraviglioso panorama della collina e del Giardino di Boboli. Molte delle trenta grandiose sale che compongono lo spazio espositivo furono decorate nel XIX secolo, ai tempi degli ultimi Granduchi di Lorena, Fernando III e Leopoldo II.

ImageCreata nel 1914 grazie ad un accordo tra lo Stato italiano e il comune di Firenze, la Galleria fu inaugurata nel 1924.


ImageIl Museo della Moda e del Costume (già noto come "Galleria del Costume") è situato nella Palazzina della Meridiana nell'ala meridionale di Palazzo Pitti. Fu iniziata nel 1776 da Gaspare Paoletti e completata da Pasquale Poccianti negli anni del Granducato di Leopoldo II. Le sei sale che si affacciano sul Giardino di Boboli, dove la collezione originariamente risiedeva, furono della famiglia dei Granduchi fino all'invasione di Firenze da parte delle truppe rivoluzionarie francesi nel 1799.

ImageL'edificio fu drasticamente modificato durante la Restaurazione e le sue stanze furono nuovamente dipinte tra il 1833 e il 1837, epoca in cui fu costruita anche la sala da ballo. Il palazzo fu restaurato di nuovo con l'avvento dell'unificazione d'Italia e l'arrivo della dinastia dei Savoia, tra il 1862 e il 1865. Occupato dalla famiglia reale fino alla fine del regime monarchico in Italia, fu la residenza preferita di Vittorio Emanuele II negli anni in cui Firenze era la capitale.


Le Collezioni

ImageLa Galleria d'arte moderna conta più di duemila opere che forniscono un quadro abbastanza completo della pittura toscana tra il XVIII e il XX secolo. Si aggiungono, inoltre, opere pittoriche rappresentative di altre scuole italiane, nonché opere di pittori stranieri. Le collezioni storiche provenienti dall'Accademia di Belle Arti e il Palazzo Reale di Lorena e Savoia Palazzo Pitti, sono state integrate con numerose donazioni, tra le quali quelle di Diego Martelli e Cristiano Banti.

ImageQueste furono di particolare importanza per la presenza di numerose opere appartenenti ai pittori "macchiaioli". Degne di nota sono anche le donazioni del pittore Alberto Magnelli, Leone Ambron e Elisabetta Chaplin.

ImageTra le opere della fine del XVIII secolo si possono ammirare i pittori neo-classici come Pietro Benvenuti (Giuramento dei Sassoni, Ritratto della granduchessa Maria Antonieta) e scultori come Antonio Canova con il suo busto di Napoleone.

ImageLa pittura romantica è rappresentata dalle opere di Francesco Hayez e Francesco Sabatelli; di quel periodo sono presenti anche sculture tra cui Caino e Abele da Giovanni Dupré.


La Galleria ospita una importante collezione di pittori macchiaioli toscani: Silvestro Lega (Il canto di uno stornello), Giovanni Fattori (Il campo italiano alla battaglia di Magenta, Soldato caduto da cavallo, Rotonda Palmieri, La Battaglia di Custoza, Mercato della Maremma) e Raffaello Sernesi (colline fiorentine). La pittura del XX secolo è rappresentato da opere di artisti del calibro di Gino Severini, Soffici Ardengo, Giorgio de Chirico, Felice Casorati e Ottone Rosai.
Inaugurata nel 1983, iIl Museo della Moda e del Costume vanta un ricco patrimonio di costumi d'epoca, che vanno dal XVIII secolo al XX secolo.

La collezione è stata costituita grazie a diverse donazioni, la più importante delle quali è stata quella di Umberto Tirelli, e attraverso varie acquisizioni da parte del museo. Il percorso museale, lungo le tredici sale, mostra l'evoluzione della moda e dei costumi, in particolare delle donne, a partire dai corsetti rigidi del XVIII secolo ad abiti corti degli anni venti del XX secolo. La mostra viene rinnovata ogni due anni per contribuire a una migliore conservazione degli oggetti.




Dove si trova

Piazza Pitti, 1

Orario

Martedì-domenica: 8:15-18:50.
La biglietteria chiude alle 18:05.
Chiuso: lunedì, Capodanno, Natale.

Prezzo

Alta stagione (1 marzo-31 ottobre):
€ 16,00 con acquisto e ingresso dalle 9 alle 18:50 (Galleria Palatina e Appartamenti Reali, Galleria d'Arte Moderna, Museo degli Argenti, ora Tesoro dei Granduchi e Galleria del Costume, ora Museo della Moda e del Costume);
€ 8,00 con acquisto dalle 8:15 alle 8:59 e ingresso dalle 8:15 alle 9:25 (Galleria Palatina e Appartamenti Reali, Galleria d'Arte Moderna, Museo degli Argenti, ora Tesoro dei Granduchi e Galleria del Costume, ora Museo della Moda e del Costume);
€ 38,00 (Biglietto cumulativo, valido 3 gg.
consecutivi, che permette di accedere una sola volta a ognuno dei circuiti museali degli Uffizi, di Palazzo Pitti e del Giardino di Boboli, con priorità d'accesso).

Bassa stagione (1 novembre-28 febbraio):
€ 10,00 con acquisto e ingresso dalle 9 alle 18:50 (Galleria Palatina e Appartamenti Reali, Galleria d'Arte Moderna, Museo degli Argenti, ora Tesoro dei Granduchi e Galleria del Costume, ora Museo della Moda e del Costume);
€ 5,00 con acquisto dalle 8:15 alle 8:59 e ingresso dalle 8:15 alle 9:25 (Galleria Palatina e Appartamenti Reali, Galleria d'Arte Moderna, Museo degli Argenti, ora Tesoro dei Granduchi e Galleria del Costume, ora Museo della Moda e del Costume) e il mercoledì con acquisto dalle 15:00 in poi;
€ 18,00 (Biglietto cumulativo, valido 3 gg.
consecutivi, che permette di accedere una sola volta a ognuno dei circuiti museali degli Uffizi, di Palazzo Pitti e del Giardino di Boboli, con priorità d'accesso).

Gratuito per tutti la prima domenica del mese, solo da ottobre a marzo.
Inoltre gratuito il:
17 marzo 2019
24 marzo 2019,
23 giugno 2019,
4 agosto 2019,
27 agosto 2019,
11 ottobre 2019,
31 ottobre 2019,
30 novembre 2019.
Più info ---> https://bit.ly/2U6jJPD

PassePartout (tessere annuali che includono l'accesso alle mostre temporanee e l'ingresso prioritario*):

Tessera nominativa annuale “Palazzo Pitti” (accessi illimitati per 365 gg.
alla Galleria Palatina e agli Appartamenti Reali, alla Galleria d'Arte Moderna, al Museo degli Argenti, ora Tesoro dei Granduchi e alla Galleria del Costume, ora Museo della Moda e del Costume, con priorità di ingresso): € 35,00

Tessera nominativa annuale “Gallerie degli Uffizi” (accessi illimitati per 365 gg.
a tutti e tre i circuiti museali degli Uffizi, di Palazzo Pitti e del Giardino di Boboli, con priorità di ingresso): € 70,00

Tessera "Family" annuale, valida per due adulti e un numero illimitato di bambini (accessi illimitati per 365 gg.
a tutti e tre i circuiti museali degli Uffizi, di Palazzo Pitti e del Giardino di Boboli, con priorità di ingresso): € 100,00


* La priorità d’accesso non è valida nelle prime domeniche del mese ad ingresso gratuito.

Accessibilità ai disabili

La Galleria d'Arte Moderna occupa interamente il 2 piano di Palazzo Pitti, che è possibile raggiungere con lo scalone d’ingresso o con gli ascensori dal piano terreno, lato destro del Cortile dell’Ammannati. L'apertura delle porte è di circa 90 cm. Usciti dagli ascensori, si percorre un tratto, sempre dritto, segnalato da una guida-moquette rossa e poi si gira a sinistra.
All’ingresso vi è una porta a due ante a vetri che va spinta manualmente. Se occorre, farsi aiutare dal personale interno. Anche qui vi è una guida-moquette che attraversa tutte le sale. Alcuni spazi sono cordonati.
In Galleria è presente “Forma e materia attraverso il tatto” un percorso multi-sensoriale che rende accessibile una selezione di capolavori della Galleria d’Arte Moderna ai visitatori non vedenti e ipovedenti. Il percorso è illustrato da audioguide in italiano e in inglese che completano le informazioni fornite dalle didascalie, con testo in braille e con caratteri ingranditi per ipovedenti, su appositi leggii in plexiglass.
Le audioguide e i guanti, in materiale ipoallergenico, sono messi a disposizione gratuitamente all'ingresso del museo chiedendo al personale interno.
E’ presente un bagno per disabili ma non è segnalato. Dopo la sala 16 a destra c’è una porta a due ante, attraversata la quale si accede al corridoio dei bagni ove è presente un fasciatoio Baby Pit Stop. Presenta un piccolo dislivello in entrata.
Andito degli Angiolini Piano intermedio di Palazzo Pitti (non segnalato negli ascensori), è accessibile ai disabili. Si prende l'ascensore (piano terreno a destra del cortile dell'Ammannati) per arrivare al 2 piano alla Galleria d'Arte Moderna. Dopo la porta a vetri, chiedere al personale presente in sala che vi accompagna ad un altro ascensore che vi porta ad una pedana motorizzata per giungere all'interno dello spazio mostre degli Angiolini.
Per informazioni e prenotazioni rivolgersi al Dipartimento Mediazione Culturale e Accessibilità allo 055 2388617 nei giorni seguenti: lunedì-venerdì dalle 9.30 alle 13.00; martedì e giovedì anche dalle 15.00 alle 17.00.
uffiziaccessibili@beniculturali.it ; http://www.uffizi.it/pagine/accessibilita

Da sapere

Il biglietto (che permette di accedere alla Galleria Palatina, alla Galleria d'Arte Moderna, al Tesoro dei Granduchi e al Museo della Moda e del Costume) è valido un giorno, non si può uscire e poi rientrare nel palazzo per continuare la visita.

Audioguide: sono disponibili in italiano, inglese, francese, spagnolo, tedesco e giapponese Costo: € 8,00 per apparecchio singolo, € 13,00 per apparecchio doppio.

Contatti

+39 055 2388601
+39 055 2388616

Prenotazioni:
Firenze Musei
+39 055 294883 - http://www.firenzemusei.it



COSA VEDERE NELLE VICINANZE

Ecco alcuni monumenti e attrazioni nelle immediate vicinanze del Galleria d'Arte Moderna