Piazza della Signoria

Piazza della Signoria, La Storia, Arte
  • Le Piazze

ImageL’area oggi occupata dalla piazza è sempre stata molto importante per la città. Nel primo periodo romano la zona era occupata da palazzi signorili, dalle terme e da una grande fullonica – impianto per la tintura e la lavorazione dei tessuti –, le cui dimensioni fanno presupporre che già in tale epoca il settore tessile fosse molto sviluppato a Firenze.


Storia

ImageDurante il Medioevo nella zona furono costruiti un battistero, una basilica paleocristiane e, dove oggi sorge Palazzo Vecchio, un edificio adibito a prigione. Nel X secolo essendo innalzate, in tutta la città, le grandi torri, gli antichi edifici furono, o demoliti per recuperarne le pietre, o inglobati nelle nuove costruzioni. Nella zona di Piazza della Signoria fu costruito, vicino alle torri dei ghibellini Uberti, il Palazzo dei Priori.

ImageDistrutto il quartiere della famiglia ghibellina, fu concepita l’attuale piazza affinché gli Uberti non potessero in alcun modo ricostruire la loro abitazione.


Arte

ImagePer secoli Piazza della Signoria ospitò grandiose feste pubbliche ed importanti gare. Oggi nella splendida Piazza è possibile ammirare, oltre al Palazzo della Signoria, numerose statue legate agli eventi più importanti della città di Firenze; tra le varie sculture occorre ricordare il monumento equestre di Cosimo I, opera del Giambologna, la fontana del Nettuno, scolpita da Ammanati, la copia del Marzocco di Donatello e quella del David di Michelangelo (gli originali sono stati spostati rispettivamente al Bargello e alla Galleria dell’Accademia).