Palazzo Rucellai

  • i Palazzi

ImageTale edificio, situato nella famosa via della Vigna Nuova, fu commissionato dalla ricca famiglia Rucellai e realizzato, tra il 1446 e 1451, da Rossellino, su progetto di Leon Battista Alberti. Questi disegnò il Palazzo seguendo tutti i canoni da lui stesso esposti nel manuale De Re Aedificatoria. Il risultato fu un edificio tipicamente rinascimentale per la sobrietà e l’ armonia delle proporzioni, al punto che divenne il modello per l’architettura civile rinascimentale; ad esso, infatti, si ispirarono, tra gli altri, Michelozzo e Rossellino.

ImageLa facciata, caratterizzata da un bugnato uniforme d’ispirazione romana, è suddivisa in tre livelli in ordine ascendente di complessità.


Il piano terreno è decorato con colonne doriche, il primo con lesene ioniche ed il secondo con lesene corinzie; queste, conferendo slancio al Palazzo, decrescono progressivamente verso i piani più alti e, su tutti i livelli, si alternano a finestre ad archetto con colonnine bifore che ricordano la struttura del Colosseo.


Di fronte al Palazzo Leon Battista Alberti, in occasione delle nozze che nel 1460 unirono Bernardo Rucellai e Lucrezia De’ Medici, fu realizzata un’ampia loggia in puro stile rinascimentale.

Sul frontone di questa furono poste, a simboleggiare l’unione tra le due famiglie, le vele gonfie di Fortuna, stemma dei Rucellai, e l’anello della famiglia Medici, entrambi tutt’oggi visibili.